Pubblicato il

Il Maestro Interno, solo in te risiede il Maestro

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi parlarvi del vostro Maestro interiore, si legge nel Vangelo di Maria Maddalena:

“Quel giorno, i discepoli erano raccolti in cima ad una montagna.

2. Il Maestro stava fra loro in Silenzio.

3. E Maria Gli era accanto.

4. Andrea disse:

5. «Maestro, ecco che il Tuo Silenzio ci sorprende.

6. Perché ci hai riuniti? Non hai niente da dirci, oggi?».

7. Allora il Maestro rispose loro:

8. «E voi, non avete niente da dire a me?

9. Perché mai la fonte dovrebbe andare incontro ai pellegrini?

10. Il pellegrino dimentica a volte di avere gambe per camminare.

11. Dimentica che non è la strada a scorrergli sotto i piedi, ma che è la

sua mente a proiettarsi verso l’orizzonte.

12. Chiedete, se avete intenzione di ricevere.

13. Quando la terra ha sete

14. tocca a lei chiamare la pioggia».

15. Ed ecco che Simon Pietro si alzò fra tutti e disse:

16. «Maestro, ogni giorno Ti seguiamo e Ti ascoltiamo.

17. Eppure, il nostro cuore conosce ancora l’aridità.

18. Ogni giorno, speriamo nella quiete e nella gioia.

19. Ma esse non vengono a visitarci.

20. Dicci perché.

21. La Forza dell’Eterno non è forse nelle Tue parole?

22. Più seguiamo le Tue orme sulla terra

23. più siamo turbati

24. e l’acqua continua a mancarci».

25. Il Maestro non lo guardò e disse:

26. «Dov’è la debolezza?».

27. Poi, si mise in silenzio.

28. Simon Pietro parlò di nuovo:

29. «La debolezza è estranea all’Eterno.

30. Si è infilata nell’uomo passando dalle sue orecchie».

31. Andrea alzò una mano e disse:

32. «Perché interrogare il Maestro giacché conosci la risposta?».

33. Allora il Maestro si alzò e disse:

34. «Anche tu la conosci, ma lui incomincia a capire.

35. Colui che vuole comprendere per conoscere, alla fine,

36. si rende conto che non deve seguire le mie orme,

37. bensì lasciare le sue spostandosi all’interno delle mie,

38. perché è dentro che troverà se stesso,

39. perché è dentro che si trova la gioia perduta,

40. perché è sempre dentro che si trova

41. la porta verso l’esterno dei mondi,

42. l’esterno che è il vero Interno.

43. Così la gioia non sorride a colui che raccoglie le mie parole,

44. bensì a colui che si sposta all’interno».

Cosa significa questo? Tu, Anima in Viaggio, sei il pellegrino che non deve aspettare che la strada che gli scorra sotto i piedi, hai le gambe per camminare, usale!
Solo con il tuo impegno puoi togliere le zavorre che ti appesantiscono. Non aspettare l’allineamento planetari perfetto, il momento giusto perche’ se lavori con costanza su di te capirai che e’ sempre l’allineamento planetario perfetto e sempre e’ il momento giusto. Certo alcune energia favoriscono alcuni tipi di lavoro interiore rispetto che altri, o cambiamenti nella tua vita, ma tu e solo tu sei la chiave.
Ricorda ” dentro di te si trova la gioia perduta,perché è sempre dentro che si trova la porta verso l’esterno dei mondi,l’esterno che è il vero Interno”.

Un abbraccio di Luce, AISHA

Se desideri parlare con me per fare questo viaggio nel tuo interno , inviami una mail per prendere appuntamento:elisasilviacoda@libero.it

( testo di Elisa Silvia Coda , riproducibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)