Pubblicato il

Pietra Corniola: ying e yang

 

 

Il termine della corniola deriva dal latino “carnis,” che significa “carne”, pietra così chiamata per la sua colorazione. I Romani usavano la corniola per fare i timbri per imprimere il sigillo di cera nella corrispondenza o altri documenti importanti, difatti la cera calda non si attacca alla corniola.
La corniola aiuta nella comprensione del sé interiore, rafforza e motiva la concentrazione, aiuta a parlare in pubblico, aumentando la propria autostima. La corniola è una pietra di potere è può portare successo nella propria vita.
La corniola viene utilizzata per contrastare i pensieri negativi e i dubbi, e indossare questa pietra può impedire ad altri di leggere i pensieri o di influenzare la mente.
La pietra corniola è un rigenerante del sangue, ed è utilizzata per favorire la guarigione di ferite aperte, e problemi renali e della schiena in genere dando così più energia fisica. Può promuovere una digestione equilibrata.
La pietra corniola è un potente attivatore per il secondo chakra, può conferire pazienza ed è una ottima pietra per la meditazione.Se vi sentite confusi, credete di dipendere troppo dagli altri o state reprimendo i vostri sentimenti, avete bisogno di lavorare su questo centro energetico e probabilmente la corniola o un’altra pietra arancione, potrebbe far a caso vostro. Questo minerale però, lavorando sulle energie sottili dell’amore, vi porta a risolvere certi blocchi con dolcezza, senza forzare troppo la mano.
Lavora anche con il primo Chakra, e’ possibile quindi usarla anche quando si fa la meditazione per il radicamento ( che trovi qui: https://camminospirituale.com/2018/07/20/primo-chakra-esercizi-di-radicamento/

Questa bellissima pietra racchiude in se’ sia le energie maschile che femminili. Se il colore e’ piu’ sul arancione scuro e’ maschile, se e’ arancione chiaro e’ femminile.
La Corniola puo’ essere usata per curare l’infertilità, di facilitare la risoluzione di problemi all’utero, di rinforzare gli occhi, le gengive e a rendere la pelle più giovane ed elastica. In gravidanza è consigliabile appoggiarla sulla pancia perché ciò porta serenità al nascituro. La Corniola ha un’azione molto lenta ma decisa; per questo va usata in tempi molto lunghi. Con questa pietra vengono realizzati, con tutti i diversi metodi di preparazione, elisir molto forti.

TI RICORDO CHE LE PIETRE NON SOSTITUISCONO LE MEDICINE TRADIZIONALI LA SOTTOSCRITTA DECLINA QUALSIASI RESPONSABILITA’ PER L’USO SCORRETTO DELLA PIETRA.

Un abbraccio di Luce, AISHA

Puoi acquistare la pietra Corniola, cliccando qui:https://amzn.to/2OPBWOS

Pubblicato il

OLIO ESSENZIALE YLANG YLANG: ALZARE LE VIBRAZIONI

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi vorrei parlarti di un rimedio naturale per alzare le tue vibrazioni.

L’olio essenziale di ylang ylang viene estratto per distillazione in corrente di vapore dei fiori della cananga odorata, una pianta tropicale diffusa soprattutto nel Sud-Est asiatico. Ha un profumo molto intenso, dolce e fiorito, che può somigliare un po’ a quello del gelsomino.

L’Olio essenziale di Ylang Ylang ha delle ottime proprieta’ calmanti.
Se inalato svolge un’azione rilassante sul sistema nervoso, attenuandone i disturbi, come ansia, depressione, irritabilità, nervosismo e insonnia.  L’olio essenziale di ylang ylang crea armonia in caso di contrasti, collera, rancore e frustrazione, perché favorisce la comprensione e il perdono, dissolve le delusioni e le offese, ripristina il desiderio di amare.
Utile a chi ha un blocco al secondo chakra ( per tale blocco leggi qui: https://camminospirituale.com/category/secondo-chakra/

agisce anche sul settimo Chakra. E’ possibile quindi abbinarlo con meditazioni utili a sbloccare tali centri energetici.
Per lavorare sul secondo Chakra puoi meditare con una pietra corniola in mano, mentre per il settimo chakra puoi meditare con una pietra di quarzo ialino ( trovi le sue proprieta’ e dove acquistarlo qui: https://camminospirituale.com/2018/08/06/quarzo-ialino-convogliare-le-energie-positive/
Sul piano fisico invece viene usato a livello cosmetico per la pelle in quanto agisce sulla pelle grassa e acneica, anche di origine nervosa o psicosomatica. Inoltre, l’olio essenziale di ylang ylang sul viso idrata, nutre e ha un  potere antisettico. Anche in caso di dermatiti ed eczemi l’essenza di ylang ylang è molto efficace riducendo il rossore e il prurito. L’olio essenziale di ylang ylang sui capelli ha un’azione rinforzante, agisce come rigenerante anche nel caso di doppie punte.

Un olio essenziale utile sia per la cura del corpo fisico che per la tua energia.
Puoi acquistarlo cliccando qui: https://amzn.to/2Kqwejf

Pubblicato il

Secondo Chakra: blocco

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi vorrei parlarti di cosa accade quando il secondo Chakra e’ bloccato.
Ma, prima di tutto, cos’e’ il secondo Chakra?
Il secondo Chakra viene anche chiamato Chakra Sacrale. Si colloca nel basso ventre poco al di sopra del pube.
Questo centro energetico riguarda la sessualita’, e’ quindi atto alla riproduzione della specie. La parole chiave e’ “Io Sento”, e’ quindi la sede delle sensazioni sia piacevoli che spiacevoli. Si sviluppa a partire dai 7 anni fino ai 14. Il Secondo Chakra e’ associato al corpo emotivo, il suo elemento e’ l’acqua, associato al gusto ( lingua) e all’azione (mani). Proprio per tali associazioni e’ legato anche all’alimentazione e alla creativita’.
Controlla le gonadi ( ovaie e testicoli). La sua funzione e’ legata al desiderio, al piacere, alla sessualita’, alla procreazione , alle emozioni primordiali.
Gli organi collegati al secondo Chakra sono: ovaie, testicoli, vescica, utero e prostata. I reni sono proprio il simbolo della paura. Le disfunzioni del secondo Chakra provocano a livello fisico: impotenza, frigidita’, patologie all’apparato genitale, anche a livello lesionale ( fibromi, adenomi prostatici ), dell’apparato urinario e rigidita’ lombosacrale.
Dal punto di vista psicologico il secondo Chakra se scompensato provoca mancanza di autostima, fobie, panico e ansieta’. Dal punto di vista emozionale un suo squilibrio puo’ portare ad una ricerca ossessiva del piacere, anche e soprattutto a livello sessuale.
Inoltre paura e rabbia dominano la vita, ci portano alla depressione e uno stato cronico d’ansia. Viviamo la vita come una lotta senza fine, nella quale non riusciamo mai a trovare serenità e dove tutti sembrano essere contro di noi.
Se abbiamo un secondo chakra bloccato, spesso soffriamo di dolori lombari, problemi circolatori, attacchi di panico o di ansia.
Se il Secondo Chakra, invece e’ in equilibrio abbiamo un buon rapporto con il cibo, un equilibrio nella nostra vita sessuale e un rapporto sano con il partner; abbiamo un attaccamento sano con la famiglia, amici e pianeta; riusciamo a seguire l’istinto senza alcuna paura.

( Testo di Elisa Silvia Coda, condivisibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Se ti sei riconosciuto nelle manifestazioni del blocco del secondo chakra, scrivimi per un appuntamento o per maggiori informazioni: elisasilviacoda@libero.it