Pubblicato il

Fiamme Gemelle: il mondo e’ quello che tu pensi che sia.

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi vorrei parlarti del primo principio dello sciamanesimo Huna in relazione alle Fiamme Gemelle.
Tale principio e’ IKE, ovvero “Il mondo e’ quello che tu pensi che sia”. Cosa significa?

Tale principio e’ quello su cui tutti gli altri si fondano ed e’ quindi importante una sua

profonda comprensione.

Secondo i Kahuna (gli sciamani hawaiani) i nostri pensieri, giudizi ed emozioni creano il

mondo. Ma cosa significa?

Ti faccio un semplice esempio basato su quello che si sente ogni giorno al telegiornale: gli

immigrati. Continuano a dirci che gli extracomunitari rubano e violentano le donne.

Risultato?l a creazione di un mondo in cui il diverso e’ visto come un nemico.

Come se gli italiani fossero dei santi!

In questo mondo i mass media ti inseriscono tale pensiero “ il diverso ‘e un nemico” .

Risultato? Un mondo in cui il razzismo dilaga.

Se pero’ inizi a conoscere davvero queste persone , a scoprirE la loro storia puoi cambiare il

tuo pensiero e creare un mondo di Pace e Unione.

E’ sufficiente cambiare lo sguardo che hai sul mondo per cambiarlo.

In questo modo puoi modificare anche la tua vita, poiche’ sei solo tu a dare un senso ai tuoi

eventi. A volte possiamo cambiare intere situazioni, altre puoi modificare il modo in cui le vivi.

Tornando al nostro esempio, sei in metropolitana, vi e’ solo un posto libero vicino ad un

ragazzo di colore, puoi scegliere se sederti accanto a lui e conoscerlo oppure restare in piedi

dall’altra parte del vagone. La scelta che farai puo’ cambiare la tua vita: se lo conosci magari

nasce la piu’ bella storia d’amore della tua vita che ti perderesti se stai chiuso nel tuo sguardo.

Come nel film “Sliding Doors” : “ cosa sarebbe accaduto se avresti fatto una scelta diversa?”.

Forse stavi aspettando l’anima gemella da tempo e stavi perdendo le speranze, eppure eccola

li, in metropolitana, venuta da lontano solo per te. Con quell’incontro si potrebbe ravvivare in

te l’amore che pensavi di non poter piu’ provare. Sei tu e soltanto tu a dare un senso alla tua

realta’.

Analizzando il principio IKE ci rendiamo conto , quindi, che non si tratta di “legge di attrazione

“ ma di “ legge di creazione” in quanto si afferma il valore del potere creativo del pensiero.

Cosa fa in modo al tuo pensiero di manifestarsi? La coincidenza tra l’intento incoscio e quello

conscio. Per esempio, se desideri tanto prendere la patente ma nel tuo inconscio hai paura di

guidare ,puoi visualizzarti tutte le volte che vuoi con la patente in mano, ma verrai bocciato

comunque.

Il mondo e’ quello che tu pensi che sia. Cio’ significa che la realta’ e’ un’illusione.

Nel caso delle Fiamme Gemelle pero’ vi sono due visioni del mondo , la tua e quella della tua

Fiamma Gemella.

In ogni coppia vi e’ una Fiamma spirituale e l’altra Fiamma Matrice, entrambe con la sua

visione del mondo.

Il gemello spirituale è colui che ha consapevolezza di tale unione dell’anima, colui che sa di

essere una Fiamma Gemella ed ha il compito di portare a tale consapevolezza la matrice e di

avviarla al processo consapevole di unione con se stesso/a.

Il gemello matrice, quindi, non riconosce la componente divina dell’unione, egli agisce come

fosse un rapporto normale. Se ha paura , scappa, se non comprende non è detto che chieda…

Ciò non significa che la matrice non abbia doni, essi sono nel suo DNA in attesa di essere

attivati dal gemello spirituale. Una volta che, entrambi i gemelli, si sono riconnessi, si

presenta una forza di attrazione energetica che li porta l’uno verso l’altro. Tale riconnessione

fa scattare i processi di guarigione interna di ognuno, che, una volta completata porta al

matrimonio spirituale. In questo momento l’energia che connette il loro sistema nervoso e i

loro cinque organi principali (cuore, milza, polmoni, fegato e reni) verrà attivata.

Una volta che il sistema nervoso e gli organi sono connessi, si manifestano specifiche capacità

spirituali, come percepire i pensieri degli altri telepaticamente, risveglio della kundalini, ecc…

in modo naturale.

Contrariamente a ciò che si potrebbe pensare, il gemello matrice sarà più potente di quello

spirituale. Ciò è dovuto al loro naturale dono di evolvere restando collegati al loro essere

alchimisti naturali. Gli alchimisti naturali si evolvono ad un ritmo molto più veloce rispetto

alla persona media grazie alla loro capacità di assorbire energia nel loro DNA, mentre

spostano la loro intera aura e coscienza. Gli alchimisti naturali sono quindi le matrici, che

saranno in grado di “raggiungere” le abilità psichiche del gemello spirituale, assorbendo la

saggezza spirituale molto più velocemente della persona media.

Nel frattempo il gemello spirituale si sentirà più radicato nel regno della matrice, consentendo

a quest’ultimo di accedere alla connessione fisica con lui/lei ed entrambi i gemelli

accederanno ai doni psichici naturali che ancora non sono stati intaccati. Il loro DNA si

riattiverà condendogli di accedere ai loro doni spirituali e ai loro poteri.2

Cosa significa tutto questo? Il percorso di Fiamma Gemella porta a una integrazione delle due

visioni del mondo. Di Ike tuo e della tua Fiamma.

Se stai leggendo questo libro e’ molto probabile che tu sia la Fiamma Gemella spirituale. Il tuo

e’ dunque un duplice compito: entrare nel mondo della matrice ( Matrix) e aiutare la tua

Fiamma Gemella ad entrare nel mondo spirituale.

Come? ognuno ha il suo modo, ognuno ha i suoi doni e , non dimenticare, ognuno ha anche la sua

personalita’.

Se vuoi intraprendere questo cammino, scrivimi per un appuntamento e troveremo insieme il come:

elisasilviacoda@libero.it

Un abbraccio di Luce, AISHA

( Testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Pubblicato il

Il Maestro Interno, solo in te risiede il Maestro

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi parlarvi del vostro Maestro interiore, si legge nel Vangelo di Maria Maddalena:

“Quel giorno, i discepoli erano raccolti in cima ad una montagna.

2. Il Maestro stava fra loro in Silenzio.

3. E Maria Gli era accanto.

4. Andrea disse:

5. «Maestro, ecco che il Tuo Silenzio ci sorprende.

6. Perché ci hai riuniti? Non hai niente da dirci, oggi?».

7. Allora il Maestro rispose loro:

8. «E voi, non avete niente da dire a me?

9. Perché mai la fonte dovrebbe andare incontro ai pellegrini?

10. Il pellegrino dimentica a volte di avere gambe per camminare.

11. Dimentica che non è la strada a scorrergli sotto i piedi, ma che è la

sua mente a proiettarsi verso l’orizzonte.

12. Chiedete, se avete intenzione di ricevere.

13. Quando la terra ha sete

14. tocca a lei chiamare la pioggia».

15. Ed ecco che Simon Pietro si alzò fra tutti e disse:

16. «Maestro, ogni giorno Ti seguiamo e Ti ascoltiamo.

17. Eppure, il nostro cuore conosce ancora l’aridità.

18. Ogni giorno, speriamo nella quiete e nella gioia.

19. Ma esse non vengono a visitarci.

20. Dicci perché.

21. La Forza dell’Eterno non è forse nelle Tue parole?

22. Più seguiamo le Tue orme sulla terra

23. più siamo turbati

24. e l’acqua continua a mancarci».

25. Il Maestro non lo guardò e disse:

26. «Dov’è la debolezza?».

27. Poi, si mise in silenzio.

28. Simon Pietro parlò di nuovo:

29. «La debolezza è estranea all’Eterno.

30. Si è infilata nell’uomo passando dalle sue orecchie».

31. Andrea alzò una mano e disse:

32. «Perché interrogare il Maestro giacché conosci la risposta?».

33. Allora il Maestro si alzò e disse:

34. «Anche tu la conosci, ma lui incomincia a capire.

35. Colui che vuole comprendere per conoscere, alla fine,

36. si rende conto che non deve seguire le mie orme,

37. bensì lasciare le sue spostandosi all’interno delle mie,

38. perché è dentro che troverà se stesso,

39. perché è dentro che si trova la gioia perduta,

40. perché è sempre dentro che si trova

41. la porta verso l’esterno dei mondi,

42. l’esterno che è il vero Interno.

43. Così la gioia non sorride a colui che raccoglie le mie parole,

44. bensì a colui che si sposta all’interno».

Cosa significa questo? Tu, Anima in Viaggio, sei il pellegrino che non deve aspettare che la strada che gli scorra sotto i piedi, hai le gambe per camminare, usale!
Solo con il tuo impegno puoi togliere le zavorre che ti appesantiscono. Non aspettare l’allineamento planetari perfetto, il momento giusto perche’ se lavori con costanza su di te capirai che e’ sempre l’allineamento planetario perfetto e sempre e’ il momento giusto. Certo alcune energia favoriscono alcuni tipi di lavoro interiore rispetto che altri, o cambiamenti nella tua vita, ma tu e solo tu sei la chiave.
Ricorda ” dentro di te si trova la gioia perduta,perché è sempre dentro che si trova la porta verso l’esterno dei mondi,l’esterno che è il vero Interno”.

Un abbraccio di Luce, AISHA

Se desideri parlare con me per fare questo viaggio nel tuo interno , inviami una mail per prendere appuntamento:elisasilviacoda@libero.it

( testo di Elisa Silvia Coda , riproducibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Pubblicato il

Primo Chakra: esercizi di radicamento

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi vorrei darti delle piccole basi per il radicamento.

Il primo chakra e’ legato all’elemento terra. Per tale motivo e’ utile

stare in mezzo alla natura, meglio se in un bosco. Un esercizio molto

utile e’ mettersi in piedi ( meglio a piedi scalzi) gambe leggermente

divaricate . Immagina delle radici che dalle piante dei piedi

scendono fino alla terra. Alza le braccia e immagina che siano dei

rami e visualizza persino i tuoi capelli che si elevano al cielo. Resta

in questa posizione fino a quando non ti sentirai in stretto contatto

con la terra.

2. Portare addosso pietre di colore rosso ( il diaspro rosso e’ l’ideale)

3. Gli oli essenziali possono aiutarti ad equilibrare il primo Chakra.

Per il Chakra della radice si usano gli oli essenziali legnosi, come per

esempio l’olio essenziale di sandalo .

4. Una volta che ti sei procuparato il diaspro rosso e l’olio essenziale

di sandalo puoi usarli per fare una meditazione al fine di aprire il

tuo Primo Chakra. Per prima cosa lascia che l’aroma dell’olio

essenziale pervada la stanza, siediti o sdraiati con cli occhi chiusi e

respira profondamente l’aroma. Tieni il diaspro rosso in mano.

Ora, concentrati sul respiro e lascia che l”ossigeno entri in ogni

cellula del tuo corpo. Non forzare il ritmo del respiro, ma lascia che

il piu’ naturale possibile. Porta la tua attenzione su ogni parte del

tuo corpo, iniziando dalla testa fino a giungere ai piedi. Rilassa il

tuo corpo seguendo il tuo respiro. Quando ti senti rilassato e la

mente e’ vuota concentrati sul primo Chakra, situato alla base della

colonna vertebrale. Ora immagina delle radici che scendono nella

terra , inspira e ispira mentre le senti scendere. Cerca di

immaginare la terra, ogni suo strato, ogni animaletto che puoi

trovare li sotto. Osserva le radici, come sono? liscie, rugose, sottili,

spesse. Lascia che sprofondino sempre piu’ nella terra fino a

raggiungere il suo cuore: una bellissima Luce d’oro. Una volta li,

nella Luce della Madre Terra, respira dalle tue radici fino a che non

senti questa Luce pervadere il tuo primo Chakra. Senti come questa

Luce lo purifica, lo lava, lo pulisce. Continua ad espirare e inspirare.

Nota come ad ogni espirazione l’ansia e le preoccupazioni escono

dal tuo corpo.

Mentre la guarigione avviene sentire come l’energia della Luce

d’orata vi porta Amore e Calma. Ora visualizza la luce d’oro che

entra in tutto il tuo corpo, in ogni tua cellula. Resta immerso in essa

per tutto il tempo che desideri.

Quando senti che e’ il momento di tornare nel presente lascia che la

luce dorata riscenda alla Terra. Permetti alle tue radici di ritirarsi e

svuota il tuo primo Chakra da questa Luce.

Piano piano riprendi possesso del tuo corpo fisico con piccoli e delicati movimenti.

Resta un attimo in ascolto di te stesso e apri gli occhi.

Le pietre, gli oli essenziali e le meditazioni non sostituiscono le cure mediche. La sottoscritta declina ogni responsabilita’ sugli effetti e sul cattivo utilizzo del metodo.

( Testo di Elisa Silvia Coda, condivisibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Puoi acquistare il diaspro rosso cliccando quihttps://amzn.to/2LeoxSo

Puoi acquistare l’olio essenziale di sandalo cliccando qui:https://amzn.to/2zVtiep

Pubblicato il

Primo Chakra: cosa accade quando e’ bloccato?

 

 

 

 

 

Buongiorno Anima in Viaggio,
nello scorso post ti ho spiegato cosa sono i Chakra dandoti anche una breve panoramica della loro ubicazione e funzione, se non hai letto il post ti lascio il link: https://camminospirituale.com/2018/07/20/chakra-cosa-sono/

Come accennato nello scorso post il primo Chakra include i bisogni legati alla sopravvivenza: casa, cibo, soldi, ecc…
Un blocco del primo Chakra puo’ avvenire a causa di un trasloco, un lungo viaggio, grandi cambiamenti in famiglia o sul lavoro. Se, invece e’ sovraccarico si ha: obesita’, avarizia, accumulo di possesso e soldi.
Quando il chakra della radice e’ in armonia, siamo leali, coraggiosi, fermi, sicuri e stabili.
Esso e’ collegato all’energia vitale Kundalini, di conseguenza , se il primo centro energetico e’ bloccato tale energia non puo’ scorrere in modo fluido nel corpo.La Kundalini e’ l’energia della coscienza, e’ l’emanazione del nostro essere infinito, e’ l’energia del cosmo in ogni individuo, ma di questo parlero’ in altri post.
A livello fisico un blocco del primo chakra si percuote su: gambe, piedi con conseguente difficolta’ nel camminare, si puo’ inoltre manifestare con artrosi, cistite, linfomi, osteoporosi, coxartrosia, denocarcinoma della prostata, astenia, calcolosi renale,emorroidi, periodontite, poliposi nasale, sciatalgia, sindrome di Cushing.
Il Chakra della Radice e’ collegato alla paura per tale motivo si possono verificare asma o attacchi di panico oppure, nei casi piu’ leggeri da insicurezza.
Nei casi piu’ gravi si sviluppa la sindrome della paura della paura , questo capita quando , per esempio,  quando eri piccolo e se avevi bisogno di qualcosa tua madre per te non c’era, ne consegue il pensiero
” non merito di esistere” che si trasforma nel comportamento ” mi separo dagli altri e mi rendo invisibile”.
Sindrome della paura di perdere, questa nasce dal trauma dell’abbandono facendo scattare il seguente ragionamento ” per non essere abbandonato trattengo con tutte le mie forze la persona che amo” e si continua a chiedere amore instaurando un rapporto di dipendenza.
Nella realta’ quotidiana si possono avere problemi di soldi, problematiche a livello lavorativo, di abitazione.
Detto in parole semplici se:
– hai sempre paura di perdere le persone che ami e accetti qualsiasi loro comportamento per non perderle,
– hai problemi continui di soldi e sul lavoro,
– hai i problemi fisici elencati sopra

Potresti avere un blocco al primo chakra.
Se pensi che questo sia il tuo caso, scrivimi per un appuntamento: elisasilviacoda@libero.it

Un abbraccio di Luce, AISHA

( testo di Elisa Silvia Coda, riproduzione consentita senza variazioni con citazione delle fonti a scopo divulgativo e non commerciale)

Se vuoi saperne si piu’ sul primo chakra ti consiglio il libro ” Mulhadara, il primo Chakra- Volume 1″ che puoi acquistare cliccando qui: https://amzn.to/2mC0MFn

TALI INFORMAZIONI NON SOSTITUISCONO LE DIAGNOSI MEDICHE, LA SOTTOSCRITTA DECLINA OGNI RESPONSABILITA’ DELLA MALA INTERPRETAZIONE DEL TESTO.
SE HAI LE PATOLOGIE ELENCATE SOPRA, VAI DAL MEDICO!

 

Pubblicato il

Chakra: cosa sono?

 

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
prima di parlarti di ogni Chakra vediamo insieme cosa s’intende con tale termine.
Il termine Chakra deriva dal sanscrito e significa ruota, si indicano in particolare i 7 centri di energia psichica del corpo situati nella colonna vertebrale. Ciascuno di tali centri e’ connesso ai gangli dei nervi che si ramificano dalla colonna vertebrale. Essi sono anche collegati ai vari livelli della coscienza, agli elementi archetipici, alle fasi inerenti allo sviluppo della vita.
I Chakra principali sono 7:

  • 1 Chakra: chakra della radice (Muladhara)
  • 2 Chakra: chakra sacrale ( Svadhisthana)
  • 3 Chakra : Chakra del plesso solare ( Manipura)
  • 4 Chakra: Chakra del Cuore ( Anahata)
  • 5 Chakra: Chakra della Gola ( Vishuddha)
  • 6 Chakra: Terzo occhio ( Ajna)
  • 7 Chakra: Chakra della Corona ( Sahasrara)

Ogni Chakra e’ situato in una zona specifica del corpo:

Come si puo’ notare dall’immagine il primo Chakra e’ situato nella zona del perineo vicino al collo dell’utero o alla prostata a seconda del sesso. Esso influisce sul radicamento alla terra , tradotto nella realta’: soldi, lavoro, casa , cibo e tutto cio’ che riguarda la sopravvivenza basica dell’essere umano.
Il secondo Chakra, invece, si trova nell’addome, circa 4 dita sotto l’ombelico. E’ la sede delle emozioni, dei sentimenti, dell’affetto. E’ legato anche alla sfera sessuale-
Il terzo Chakra, e’ nella zona del plesso solare. Qui dimorano la determinazione, la capacita’ di raggiungere un obiettivo, e’ la sede del potere personale. Nella coppia e’ la sede degli accordi chiari riguardo la direzione da prendere insieme e, se in equilibrio, pone passione al sesso.
Il quarto Chakra e’ situato al centro del petto e’ il “chakra del Cuore”. Crea una connessione tra i chakra superiori e quelli inferiori. E’ la sede dell’accettazione, del non giudizio su se stessi e degli altri. Nei rapporti , se in equilibrio, porta all’amore incondizionato.
Il quinto Chakra, si trova nella gola. Sede della comunicazione artistica e verbale. Funziona da connessione tra il nostro interno e il mondo esterno. Se Vishuddha e’ in equilibrio si genera una comunicazione chiara.
Il Sesto Chakra, si trova tra le sopracciglia. Comunemente chiamato terzo occhio e’ il centro dell’intuito, della visione chiara e dell’immaginazione. E’ la sede del testimone interiore ed esteriore che sa vedere oltre le cose materiali, dove la visione e’ amplia e completa, distaccata quanto necessario. Qui nascono le visioni e i progetti prima di inziare ad attuarli.
Il settimo Chakra, si trova in corrispondenza dell’area cranica detta “fontanella”, sulla sommita’ del capo. E’ la sede della spiritualita’, dell’Unione con il Padre Divino, inteso come Universo.
Quando e’ aperto si percepisce la connessione con tutti gli esseri viventi e l’universo.
( Fonte :Gloria di Capua, Maurizio Lambardi, Tantra e Amore: Il corpo e l’Anima – Nuovi strumenti per la relazione, puoi acquistarlo cliccando qui: https://amzn.to/2muP27h

( Testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione delle fonti a scopo divulgativo e non commerciale)

Se vuoi parlare con me, si prega di scrivermi una mail per prendere appuntamento: elisasilviacoda@libero.it

 

 

Pubblicato il

FENICE: ANIMALE TOTEM

 

 

 

 

 

 

Ciao Anima In Viaggio,

per la Fenice ho voluto fare un post a parte dato che mi e’ stata data dalle mie guide l’attivazione per porsi in contatto con lei e ricevere il suo aiuto.
Questo bellissimo uccello mitologico aiuta la rinnovazione e la purificazione. Aiuta nella trasmutazione , per questo viene menzionata non solo nello Sciamanesimo ma anche in Alchimia.
E’ simbolo, quindi, della rinascita dalle proprie ceneri. Animale solitario puo’ vivere anche per 100 anni ma sempre in solitudine.
Simboleggia i cicli della morte e della rinascita, sia della natura che dell’uomo, infatti entrambi nascono e muoiono in un ciclo che non ha fine. Connessa con l’eternita’ dello spirito che  si rinnova all’interno di un corpo che muore e nasce, nasce e muore attraversando moltissime esistenze.
Morire e rinascere significa bruciare forme pensiero negative, condizionamenti sociali, bruciare di volta in volta cio’ che non ci serve piu’ per rinascere dalle nostre stesse ceneri e risorgere sempre piu’ connessi alla nostra divinita’. Nella crescita personale delle rotture sono necessarie ma poi e’ da quelle rovine che si costruisce il nuovo. Usare la sua energia significa uscire dalla routine per entrare nell’inaspettato, scostarsi dalla zona confort per affrontare se stessi e bruciare traumi, ferite, rancori al fine di allinearci ogni giorno di piu’ al nostro scopo di vita e alla nostra missione. Ti consente di bruciare vecchi attaccamenti egoici generati da un Io troppo forte che porta ad agire secondo gli impulsi.
Marco Trevisan dice “Brucia in me fenice d’oro con tutte le mie paure e cospargimi del tuo fuoco immortale, perché oggi rinasco dalle ceneri vivo e regno potente su di me”. Penso che queste poche parole descrivano perfettamente l’energia della Fenice e cio’ che quest’Animale di Potere puo’ fare per noi.
Un abbraccio di Luce, AISHA

( testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione delle fonti complete a scopo divulgativo e non commerciale)
Richiedi ora l’attivazione dell’energia della Fenice, puoi leggere di piu’ in questo link:https://camminospirituale.com/attivazioni-sciamanesimo/

Pubblicato il

Animali Totem : quali sono? ( dalla D alla F)

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
prima ti ho parlato di alcuni Animali Totem ( dalla A alla C), se non hai letto il post ti lascio il link: https://camminospirituale.com/2018/07/19/animali-totem-quali-sono-dalla-a-alla-c/

ora continuiamo la lista dalla D alla F.

  1. Delfino: Animale Totem che simboleggia il gioco e l’amore incondizionato. Aiuta a seguire le emozioni, ad abbandonare tutte le tensioni e a divertirti.
  2. Donnola:Animale di Potere che aiuta a vedere dietro le maschere degli altri poste per nascondere le proprie intenzioni o quelle che noi ci stessi poniamo per nascondere cose che non vogliamo accettare di noi stessi. La Donnola con pochissime informazioni puo’ comprendere cosa realmente sta accadendo.
  3. Elefante:Animale Totem che racchiude i poteri della regalita’, della pace e della prosperita’. Porta stabilita’ e aiuta a rimuovere ostacoli e barriere nella propria vita. Dona pazienza e racchiude in se’ la saggezza matriarcale. E’ un animale pero’ anche molto vendicativo. Conosce i valori della cura della famiglia e degli anziani.
  4. Falco: e’ il messaggero degli Animali Totem, preannuncia gli eventi, sia nefasti che gioiosi , con il suo squittio. Animale osservatore a cui non sfugge nulla, sanno comprendere i sogni e ricevono messaggi da altri mondi.
  5. Formica: La formica ha in se’ le qualita’ della della forza, della generosità e dell’aggressività per difendere ciò che gli appartiene.Grande e instancabile lavoratrice insegna a lottare per realizzare i nostri desideri.
  6. Farfalla: simbolo della trasformazione che conduce verso le cose di ordine superiore. Insegna la leggerezza nell’affrontare la vita. Ci porta alla trasformazione degli eventi della nostra vita con una maggiore consapevolezza.
  7. Fagiano: simbolo della fertilita’ preannuncia un un rinnovamento in atto. Dona aiuto per lasciare andare il passato e lasciarsi trasportare dal flusso del vento.
  8. Fenicottero: legato al simbolo del sole, presso gli Indu’ rappresenta l’animale che porta le persone nell’aldila’. Nella vita pratica ci suggerisce di guardarci dentro , eliminare i rapporti che non ci fanno male per trovarne di altri maggiormente positivi per noi. Simboleggia l’indipendenza e la capacita’ di gestire le proprie emozioni.
  9. Foca: Animale che partorisce sulla terra ferma, questo fatto simboleggia la necessita’ di far uscire sulla terra i frutti della nostra creativita’. Animale di Potere che insegna a bilanciare realta’ e immaginazione. Seguendola si impara a fluire nella vita senza remarvi contro permettendo che le cose avvengano con naturelezza.

( Testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione delle fonti complete, a scopo divulgativo e non commerciale)

Quale Animale di Potere ti sta aiutando ora? che messaggio ha da darti? scopriamolo insieme, scrivimi un messaggio per maggiori informazioni:elisasilviacoda@libero.it

Pubblicato il

Animali Totem: quali sono? ( dalla A alla C)

 

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
nello scorso articolo ti ho parlato degli Animali di potere o animali Totem, se non lo hai letto ti lascio il link: https://camminospirituale.com/2018/07/18/animale-di-potere-chi-e/
Prima di farti la lista vorrei parlarti brevemente del totemismo, per fissare meglio i concetti.
Il Dizionario da’ la seguente definizione di totemismo “In etnologia, designazione di un complesso di credenze e di consuetudini di numerose culture primitive, fondato sulla concezione di un rapporto speciale tra un individuo o gruppo umano e un essere o categoria di esseri ( totem ), che si traduce, includendo un rapporto di reciproca protezione, in vari sistemi di tabù.”

Cosa significa in parole semplici? Il Totemismo e’ una pratica tribale che molto definiscono religiosa ma che io considero spirituale, animista ( ovvero tutto ha un’anima anche le pietre, gli alberi, ecc…), che connette l’uomo e tutti i suoi antenati alla Terra. Alla base di tale pratica vi e’ un Totem , ovvero un simbolo, in grado di aiutare gli uomini e le comunita’a ritrovare armonia ed equilibrio.
Per quanto riguarda gli Animali Totem o di Potere le caratteristiche degli stessi sono rappresentate dal simbolo dell’animale che viene scelto proprio per le sue qualita’.

Quali sono gli Animali Totem? ( dalla A alla C)

  1. Armadillo: quando si sente minacciato si chiude a riccio cercando in tal modo di fuggire dal problema. Sceglie cosa desidera vedere e cosa no. Ha la capacità di farsi scivolare i problemi sulle spalle.
  2. Alce: non si lascia ostacolare e influenzare da nulla. E’ associato all’acqua e alle energie femminili. Ha un intuito molto forte e una grandissima luce interiore.Porta la capacita’ si rispettare se stesi e gli altri.
  3. Aquila: Rappresenta il Grande Spirito in grado di sovrastare il mondo materiale  e tutto cio’ che lo abita. Aiuta ad avere una visione generale delle cose senza pero’ perdere i particolari.
  4. Balena: questo animale aiuta ad entrare nelle profondita’ di se stessi, Chi ha tale totem e’ molto sensibile ed e’ in grado di percepire le informazioni dall’universo
  5. Bisonte: simbolo del soprannaturale. Insegna che vi e’ abbondanza nella Terra se sappiamo rispettarla e accettarla in maniera autentica, senza pretese ma solo con gratitudine. Insegna il rispetto per il cicli della natura e per la vita.
  6. Cane: simbolo fedeltà e amore infinito.
  7. Castoro: animale che rappresenta la capacita’ di saper lottare e pianificare per raggiungere i propri sogni,spesso collaborando con altre persone.
  8. Cavallo: chi ha tale Totem incarna le seguenti qualita’:
    Potenza
    Grazia
    Bellezza
    Nobiltà
    Forza
    Libertà
    Simbolo della forza vitale , agisce pero’ in modo istintivo senza quindi fare prima dei ragionamenti logici e razionali.
  9. Cervo: simbolo dell’amicizia. Spinge a percorrere il sentiero spirituale e coltivarlo.
  10. Cinciallegra: questo volatile porta le occasioni di rinnovo nella luce duale. Con il suo aiuto e’ possibile comprendere gli effetti della dualita’ sulla materia.
  11. Cigno: Il Cigno e’ un simbolo di purezza, innocenza, saggezza , ma anche di morte( intesa come fine di un ciclo per iniziarne un’ altro, accettando i cambiamenti).
    E’ un animale legato al mondo femminile e alla sua bellezza, oltre ad esprimere un tenero amore. Simboleggia anche la fedelta’ nei confronti del proprio partner, la forza e il coraggio.
    Il Cigno rappresenta l’evoluzione spirituale.
    E’ legato all’acqua dove nuota e alla terra dove si posa , ma rappresenta specialmente il fuoco del sole dal quale acquisisce il suo potere al fine di padroneggiare la comunicazione fra gli elementi, fra i diversi mondi, tra benefico e sacro possessore di poteri magici legati alla musica e al canto, uniti ai poteri terapeutici del sole e dell’acqua, esso rappresenta altresì la luce interiore e l’armonia dello spirito umano, la scintilla divina nell’uomo.
    Il volo del Cigno viene paragonato al ritorno dello spirito verso la propria sorgente e rappresenta la parte dell’uomo che tende al bene al meglio di sè, alla percezione, alla spiritualità, nel medioevo era l’emblema della cavalleria mistica e rappresentava il cavaliere che partiva alla ricerca del Graal, la Sacra Coppa.
  12. Civetta: la civetta e’ dotata di vista notturna e aiuta a vedere cio’ che gli altri non vedono. Per tale motivo viene considerata simbolo di saggezza.
  13. Coccinella: Animale Totem porta fortuna. Offre il suo aiuto nei momenti di cambiamento e transizione in cui e’ piu’ saggio seguire il flusso e non forzare nulla.
  14. Colomba: simbolo di pace. Aiuta a ripristinare la propria armonia interiore e ad accettare se stessi.
  15. Coccodrillo: Animale di Potere che aiuta  a lasciare andare situazioni e persone , insegna la pazienza.
  16. Colibrì:  Animale di Potere simbolo della  felicità, nonostante le difficoltà della vita. Simbolo dell’energia vitale, della passione e della rinascita. Tra i nativi americani e’ il messaggero e il guardiano del tempo
  17. Coniglio: Animale Totem che ti mostra le tue paure per comprendere su cosa lavorare aiutandoti in tal modo a realizzare i tuoi desideri.
  18. Cornacchia: secondo gli Indiani d’America è l’unico animale che puo’ cambiare la sua forma. Rappresenta la fonte primordiale, la verità dietro il bene e il male.
  19. Coyote: Animale di Potere considerato sacro perche’ rappresenta il caos finalizzato a creare nuove possibilita’. Vive alla giornata senza pianificare molto, sfruttando le occasioni che gli si presentano per restare vivo.

( Testo di Elisa Silvia Coda, ripoducibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Vorresti sapere chi e’ l’Animale di Potere che ti sta aiutando ora, perche’ e cosa sta cercando di dirti? scrivimi una mail per maggiori informazioni: elisasilviacoda@libero.it

Pubblicato il

Eclissi di Luna 27 Luglio 2018: il risveglio del Maschile

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
il 27 Luglio 2018 ci sara’ l’eclissi di Luna piu’ lunga del secolo!
Cosa accadra’ a livello energetico?
Il Maschile iniziera’ a darsi una mossa! fino ad ora il femminile ha accolto, pianto, amato, odiato, perdonato e camminato anche con le vesciche ai piedi certo di questo immenso Amore. Ma ora non accetta piu’ le dinamiche della terza dimensione, non fa piu’ parte della sua energia aspettare strappandosi i capelli! ed e’ per questo che non attende piu’, va avanti nella sua vita mantenendo aperta la porta per il maschile. Rallenta quindi la sua corsa porgendo la mano all’altro.
Ma se il femminile e’ ancora li che piange, soffre e rincorre? in tal caso e’ ora di darsi una mossa!
di dire basta alla sofferenza, all’attesa, all’aspettativa e a tutte quelle energia che la rendono ferma nella terza dimensioni.
Anche perche’, questa energia allontana il Maschile, lui ha bisogno di leggerezza, accoglienza, comprensione , ma se continui ad insultarlo stai certa che ci puo’ essere anche una eclissi al giorno che non succede nulla! ricordati SEMPRE  che sei tu che crei la tua realta’, gli eventi astrologici ti possono dare una mano SOLO SE  sei nella vibrazione adatta. I Miracoli senza la tua collaborazione non accadono!
Lavoro quindi sui tuoi traumi: abbandono, rifiuto, ingiustizia, tradimento; guarda in faccia la tua sofferenza per comprenderne le radici e trasformala.
In questo modo potrai permettere al Maschile di allungare la sua mano verso di te.
Amore Incondizionato ed equilibrio sono ora le parole chiave.
Oltre a lavorarci su con tecniche energetiche ti consiglio di attivare i seguenti codici:

17.777777 ( codice per amore incondizionato)

888888 ( codice dell’infinito per l’equilibrio)

Ti consiglio inoltre di fare l’attivazione dei 49 simboli angelici per mandare alla tu Fiamma Gemella il simbolo dell’Angelo del Risveglio Spirituale e dell’Amore Incondizionato. In tal modo puoi aiutarlo senza ledere il suo libero arbitrio.
Un abbraccio di Luce, AISHA <3

( Testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione della fonte a scopo divulgativo e non commerciale)

Per maggiori informazioni ,scrivimi:elisasilviacoda@libero.it

Pubblicato il

ANIMALE DI POTERE : CHI E’?

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
dopo averti parlato a grandi linee dello Spirito Guida, se ti sei perso il post ti lascio il link: https://camminospirituale.com/2018/07/18/spiriti-guida-chi-sono/

oggi ti spiego chi e’ l’animale di potere. Esso e’ uno spirito alleato che ognuno di noi possiede.
L’Animale di potere viene anche chiamato Animale Totem . Puoi conoscerlo tramite un viaggio sciamanico nel Mondo di Sotto o attraverso meditazioni specifiche.
L’Animale Totem puo’ divenire anche Guida.
L’Animale di Potere ha profondi significati simbolici che si distinguono da persona a persona ed e’ in grado di stabilire uno stretto e intimo rapporto con te.
Ogni animale ha quindi caratteristiche differenti ( che vedremo nel prossimo post).  A differenza degli spiriti guida gli animali di potere possono anche manifestarsi nella realta’ ordinaria. Per esempio, se il tuo animale totem e’ un cane ti potrebbe capitare di avere un cane accanto nei momenti di difficolta’ nella tua realta’ ordinaria.
E’ molto importante stabilire una profonda conoscenza e un rapporto di rispetto con il proprio Animale Totem.
Non sei tu che scegli il tuo Animale di Potere, e’ una scelta reciproca. Non e’ detto che sia uno dei tuoi animali preferiti si puo’ anche avere accanto un animale che non ci piace affatto.
Ogni persona ha 9 Animali Totem . Io, per esempio, finora ho conosciuto il Lupo, il Ragno e il Cobra. Tutti e tre mi hanno dato grandissimi aiuti che hanno davvero cambiato in meglio la mia vita. E’ importante chiedere sempre come ringraziarli, per esempio, quando chiesi al ragno come potevo dimostrargli la mia gratitudine mi ha detto ” quando vedi un ragno in casa non ucciderlo”. Poche settimane prima infatti incontravo un sacco di Ragni in casa, ma, abitando in Messico erano vere e proprie tarantole! Gli dissi che avrei fatto del mio meglio, ma per favore, di venire in casa mia piu’ piccolo in modo tale da non spaventarmi. Così fu 🙂 e ora quando vedo un ragnetto lo accompagno fuori casa con dolcezza ringraziandolo della sua visita.
Puoi quindi chiedere il suo prezioso aiuto nei momenti di difficolta’, consigli davvero preziosi per la tua vita.
Un abbraccio di Luce, Aisha

( testo di Elisa Silvia Coda, riproducibile con citazione della fonte completa a scopo divulgativo e non commerciale)
Se vuoi conoscere il tuo animale di potere , scrivimi per maggiori informazioni:

elisasilviacoda@libero.it