Pubblicato il

ESSERE NEL PRESENTE: IL RISVEGLIO

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
oggi vorrei parlarti, anche se non in modo approfondito del Risveglio e vorrei farlo partendo da un testo davvero affascinante sul tema, un libro di Marina Borruso “Essere nel presente. Il risveglio”. Un libro che ci accompagna in quest’avventura…eh si perche’ risvegliarsi dal nostro sonno profondo e’ davvero un viaggio con, a volte, anzi..il piu’ delle volte , ostacoli  da superare che possono farci venire la voglia di abbandonare tutto. Ma ormai stai camminando e non puoi piu’ tornare indietro anche se i piedi fanno male perche’ c’e’ quella spinta dell’Anima a proseguire.
L’evoluzione di ogni essere umano e’ individuale, nessuno puo’ camminare al tuo posto, puoi trovare una buona guida che ti dia gli strumenti per trovare il tuo sentiero pero’ poi tu lo devi percorrere.
Ma perche’ si intraprende questo percorso? molti di noi sentono una spinta in terna che li porta a compierlo.A volte , invece, accade qualcosa…un evento imprevisto che porta la nostra vita ad una svolta: una perdita, un amore o una grande malattia che ci obbliga a fermarci e a guardarci dentro. Puo’ anche darsi che la molla che ti fa scattare sia il desiderio di smettere di soffrire.Oppure il liberarti da certi comportamenti o di avere una vita differente o di risolvere i problemi che ci assillano.A volte, semplicemente sentiamo un’aspirazione a vivere una vita piu’ semplice e piu’ felice. Qualunque sia la ragione , appena si inizia il cammino si sente una grande gioia e un grande senso di liberazione. Finalmente si trova quella che io definisco ” la mappa della vita”.
Poco a poco pero’ puo’ accadere un scivolone, il ritorno alle vecchie modalita’, spesso il cammino appare difficili, i risultati non si mantengono , le risposte che ci aspettavamo non arrivano le ricadute si susseguono. E’ difficile restare centrati i se stessi quando tutto nella vita sembra crollare. Non abbiamo dentro di noi solo la nostra storia ma anche quella dell’umanita’, ed in essa vi e’ molta sofferenza. Cosa fare dunque? entrare nel dolore…eh si , e’ l’unico modo per dissolverlo. Ma come? entrando nel nostro corpo. Bisogna avere il coraggio di rivivere la nostra storia sperimentandola nel presente, vivendo cio’ che e’ rimasto osservando l’impronta lasciata sul nostro corpo e poco a poco alleggerire il carico , in tal modo tale peso si trasformera’ in consapevolezza.
Se vuoi comprendere meglio tutto questo, ti consiglio il libro di Marina Borruso “Essere nel presente. Il risveglio” che puoi comprare cliccando quihttps://amzn.to/2N3Fv75

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *