Pubblicato il

MATERIALITA’ E SPIRITUALITA’

 

 

 

Ciao Anima in Viaggio,
spesso si separa la materialita' dalla spiritualita'. Si crede che le cose materiali appartengano all'ombra, all'avidita', all'Ego ma non sempre e' così.
Una volta l'Arcangelo Michele mi disse " e' necessario fare della materialita' cosa sacra", ho chiesto una spiegazione ma non me l'ha data. Riflettendoci pensai " si dice sempre che la dualita' non esiste, che siamo noi a crearla, che tutto e' uno. Ma se in quel tutto ci fosse anche la materia?". Qualche settimana fa una ragazza che ha fatto l'attivazione dell'energia della Fenice aggiunse un altro pezzo al mio puzzle. La Fenice le disse " siete voi a separare la materia' dallo spirito, in realta' esse non sono separate".
Vorrei spiegarti con un esempio molto pratico, la mia conclusione.
La scorsa settimana ho finito la prima tappa del terzo livello di Munay Ki. Consisteva nel lavorare con l'archetipo del serpente, legato al primo Chakra. Dovevo restare nel qui e ora, sentire ogni cosa con i sensi del corpo. Io ho sempre odiato pulire casa, ma focalizzandomi nel qui e ora, e sentendo l'acqua, la schiuma con tutti i miei sensi ho compreso che fare le faccende domestiche non e' solo togliere lo sporco ma e' prendersi cura del proprio spazio, in tal modo, ci si prende cura di se stessi, ci si ama.
Pulire casa , in se', fa parte della materialita', ma vista in questo modo , diviene un rituale sacro di cura.
Per quanto riguarda, invece, le cose che desideriamo acquistare, l'altra sera il mio spirito guida mi ha suggerito una domanda da farsi " serve alla tua anima?", se la risposta e' no , significa che e' il tuo Ego a guidare quel desiderio.
Pensai pero' " ora mi trasferisco in un'altra casa, senza mobili, non ho ancora il divano, questo alla mia anima non serve. Ma se torniamo alla cura della casa, del mio spazio e quindi, di me, in tal caso la materia diviene cosa sacra".
Non e' un ragionamento semplice, lo so, e non e' nemmeno semplice individuare quando possiamo trasformare la materia in sacro e quando no. E' necessario allenamento e tanta introspezione.
Un abbraccio di Luce, AISHA

Se desideri parlare con me, scrivimi per un appuntamento:elisasilviacoda@libero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *